Carnevalissimo 2007
Home Su

Dietro le quinte si parte con i migliori presupposti: un bel sorriso carico di entusiasmo...

Poi arriva la rompiballe che inizia a pontificare e a spiegare rompendo i maroni a tutta la truppa...

La bestia per cena ha mangiato pasta e parole e quindi si preannuncia una serata in cui si dovrà infilarle una scarpa in bocca per farla tacere!

Il fotografo gira intorno e nessuno se lo fila: tutte ipnotizzate dalla scimmia urlatrice...

Stacchiamo un attimo su un particolare della scenografia veramente mitica, creata dal nostro super tecnico Rosario! Thank you!

Poco prima dello spettacolo la tensione è palpabile, così come la scemenza dilagante e contagiosa...

Mara e Claudia hanno contratto uno strano morbo e sappiamo già con certezza chi glielo ha attaccato!

Ecco la colpevole che si esibisce nell'assolo dello scarafone a zampe all'aria...

Poco dopo viene raggiunta da un altro personaggio da cartolina e insieme danno vita ad un siparietto unico nel suo genere...

E si comincia! Ovviamente la Bonolis in gonnella non si smentisce e attacca a ciarlare...

E più parla e più le altre tre accusano il colpo: Mara ormai è già con gli occhi ribaltati alla Undertaker...

Così lei e Anna decidono di fuggire dietro le quinte per dare sollievo ai timpani...

Finchè ad Anna non viene un'idea: fischiettando cerca di avvicinarsi e di dare il microfono completo di asta in testa alla belva!

Il tentativo fallisce e allora ci prova Claudia... Anna delusa ammette la sconfitta...Nulla da fare...Non tace manco se il microfono se lo inghiotte!

Ecco la belva in un cambio di costume, pescata in un raro momento di pseudo-normalità. Non fatevi ingannare, non è come sembra, lo sguardo non mente!

Intanto Claudia, carinissima, si prepara per lo sketch successivo che la vedrà nei panni di una regista disperata...

La pazzia esplode. Sarà il panico da esibizione, chiamatelo come volete, ma queste due, signori cari, hanno qualche problemuccio...

Per non parlare di questa che ormai è partita di cervello! Ve l'avevamo detto che prima non era come sembrava. Qui fa il bandito...Molto credibile!

Ecco lo sketch della rapina in posta: Mara, l'irreprensibile cassiera e Anna, la cliente un pochino agitata...

Compare il bandito, che più che un bandito sembra un montanaro della Val Luganega...

Il trittico della disperazione: il film sulla rapina non riesce e bisogna rifare la scena per la decima volta...

In un Carnevale che si rispetti non può assolutamente mancare Giordanella...

Che come al solito ne combina più che Bertoldo, fino a che la povera maestra schiatta! Da notare l'espressione di Mara!

AARRGGHH!!! E che cos'è??? Chiamate la neuro!!!Sembra un uomo delle caverne vestito della festa!

E invece guarda queste tre come sono carine! Loro si mettono lì tutte belle e devono fare i conti con quell'altra che si concia una porcheria!

Appunto! Eccola pronta a dare il via al concerto delle Trombe di Eustachio...E che faccia convinta! Se ci crede lei, va bene...

Insomma...Anche il resto della band ha la sua da dire...

La performance non ha nulla da invidiare ai live dei Pink Floyd o degli U2...

Salvo per gli strumenti che sono un attimino originali. Eppure loro giurano e spergiurano di riuscire a suonarli sul serio!

La vocalist del complesso ha le doti giuste per sfondare...I timpani al pubblico!

Ci risiamo: le quattro donzelle hanno pescato il solito clan di malcapitati che dovranno sottoporsi a chissà quali figure di cioccolato...

Come volevasi dimostrare: devono ballare il Tuca Tuca, tra uomini, davanti a milioni di spettatori (vabbè, non esageriamo, diciamo centinaia).

La belva impazzisce di botto e coinvolge tutto il teatro in un trenone di carnevale, perchè dire trenino è riduttivo...

Le Athena scalmanate fanno il giro del teatro cercando di star dietro alla cavalletta che sembra avere il peperoncino nelle braghe...

Dopo due ore da cardiopalma lo spettacolo termina e il pubblico se ne va sorridente e soddisfatto...

Dietro le quinte si festeggia l'ennesima vittoria in campo artistico...

E' inutile sprecare altro fiato: le Athena saranno fuori di zucca, ma sono senza dubbio fantastiche!